ainet

Archive for dicembre 2009|Monthly archive page

IL GRANDE INGANNO DEL WEB 2.0

In Uncategorized on dicembre 18, 2009 at 4:34 pm

 

 

Questo libro parla di bufale e disinformazione sulla rete, ma non solo.

.

Parla anche di information literacy, ovvero la capacità di reperire online e off line documenti e fonti, di valutarli e di usarli correttamente per i proprio fini. 

 

In un’Internet di massa, trovare ciò di cui si ha bisogno è sempre più difficile, ma ancor più difficile è valutarne l’attendibilità.
  
È il prodotto dell’ideologia del Web 2.0 – quello di blog e social network – che preconizza la scomparsa degli intermediari dell’informazione, dai giornalisti alle testate di prestigio, dai bibliotecari agli editori, presto sostituiti dalla swarm intelligence, l’intelligenza delle folle: chiunque può e deve essere autore ed editore di se stesso.
Il ‘mondo Web 2.0’, dove nessuno è tenuto a identificarsi e chiunque può diffondere notizie senza assumersene la responsabilità, realizza davvero un sogno egualitario, o piuttosto un regno del caos e della deriva informativa?
 
Fabio Metitieri è scomparso ad aprile 2009. E’ stato il primo in Italia a occuparsi in modo serio e documentato di CMC (Computer- Mediated Communication), ovvero il vasto universo Web 1.0 di chat, MUD, newsgroup e mail.
.

Il grande inganno del Web 2.0 di Fabio Metitieri, Edizioni Laterza, 12 euro ben spesi.

 

Annunci

Europa Cristiana Libera di Magdi Allam

In cultura, cultura di destra, libri, politica on dicembre 11, 2009 at 12:00 pm

.

 

 

Impressionante. Impressionante leggere di come alcuni articoli di Magdi Allam, allora vicedirettore, vennero censurati dal Corriere.

.

Impressionante leggere come, dopo la sua conversione al cristianesimo, dall’interno della redazione si alzarono critiche e contestazioni, anche per la paura di minacce terroristiche.

.

Scrive Magdi Cristiano Allam: “Constato amaramente che in Italia solo se sei un giornalista, uno scrittore o anche un sacerdote di una certa area politica puoi contare sulla solidarietà dell’Ordine dei giornalisti, dell’insieme della stampa e delle televisioni, dell’establishment culturale e intellettuale. L’importante è che tu sia di sinistra o considerato tale.”

.

 A meno di un anno di distanza dalla conversione, Magdi Cristiano Allam ha compiuto la seconda scelta radicale della sua vita. Ha deciso di porre fine, dopo trentacinque anni, a una brillante carriera giornalistica per scendere direttamente nell’agone politico e, non riconoscendosi appieno negli attuali schieramenti, fondare un nuovo partito, i Protagonisti Per l’Europa Cristiana.

“Europa Cristiana Libera” è, quindi, l’esortazione con cui Allam chiama a raccolta per difendere i principi che sostanziano la nostra civiltà (Verità e Libertà, Fede e Ragione, Valori e Regole), contro i pericoli che la insidiano dall’interno.

Fra questi, il nichilismo, cioè la negazione di ogni valore; il materialismo e il consumismo, che hanno portato alla “cosificazione” della persona e della vita stessa; il relativismo, che pone sullo stesso piano di verità tutte le confessioni e tutte le ideologie; il laicismo, che rifiuta la presenza della religione e della spiritualità nell’ambito della sfera pubblica. Ma anche il buonismo, che immagina il rapporto con l’altro solo in termini di arrendevolezza e acquiescenza, e il multiculturalismo, ovvero l’illusione che si possa gestire una comunità di persone appartenenti a culture, fedi ed etnie diverse senza un collante identitario.

.

Europa Cristiana Libera, edizioni Mondadori,  168 pagine, 18 euro.

.

.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: